Capitale francese della bicicletta

600 km di piste ciclabili

Con i suoi 600 km di piste ciclabili ripartite in tutto l’agglomerato urbano, Strasburgo è la prima città ciclabile di Francia e la quarta d’Europa. La città è pioniere in materia di mobilità “attività” (marcia, bicicletta…), è spesso una referenza e incoraggia ad evitare l’uso dell’auto in centro o nei vari quartieri.
Scoprite la carta delle piste ciclabili in città.

Una città biciottimista

A Strasburgo, vi è la cultura della bicicletta e agli abitanti piace spostarsi in bici. Il 16% degli attivi utilizza questa modalità di trasporto per andare al lavoro.
Ogni anno, a giugno, sono più di 10.000 a partecipare a una gara tra imprese, per sapere qual è la più “biciottimista”.
Gli usi cambiano: nelle strade si vedono sempre più cargo bike per portare i bambini, ma anche bici con rimorchio per le consegne nel centro della città.
Allora cosa c’è di meglio durante il vostro soggiorno, per vivere alla “strasbourgeoise”, se non adottare il comportamento biciottimista e muoversi in bicicletta?

Lodata sia la bici!

A Strasburgo, il noleggio di biciclette condivise ha il nome di Vélhop. Non meno di 6000 biciclette sono messe a disposizione degli abitanti e dei visitatori e si affittano in stazioni self-service 24/7, 365 giorni all’anno, oppure in negozio. Sono a disposizione anche altri servizi di noleggio, quali il Café-vélo le Maquis, Esprit Cycles o One City Bike, per un’ora, per un giorno o più. Allora, pedalare!

Le nostre idee di giri in bicicletta a Strasburgo

Lo avrete capito, Strasburgo si presta particolarmente a un giro in bicicletta. Vi consigliamo di salire in sella e di partire un po’ a caso lungo le stradine, nel centro città e negli altri quartieri di Strasburgo. Perché non usufruirne anche per andare a vedere i parchi e i giardini della città? Se avete bisogno di spunti, ecco una selezione di itinerari e di escursioni da Strasburgo.

La Pista dei Forti

Questo itinerario ciclistico transfrontaliero lungo 85 km fa il giro dell’agglomerato urbano di Strasburgo compresa Kehl, la piccola cittadina di frontiera tedesca. Collega i 19 forti militari che cingono Strasburgo. L’itinerario, che può essere percorso anche solo per alcuni tratti, consente di scoprire la storia e la campagna circostante, sorprendente per diversità. Dotato di segnaletica, potrete raggiungerlo da vari punti della città e percorrerlo a piacimento.

Lungo il canale dal Rodano al Reno

Accessibile dal Ponte di Heyritz, la strada ciclabile dal Canale del Rodano al Reno è stata allestita nell’antica alzaia. Vicino all’acqua e sotto l’ombra dei filari di platani, è particolarmente raccomandata per coloro che cercano il fresco. Andando a Sud, sarà piacevole attraversare i paesaggi agricoli, con belle viste sui Vosgi e sulla Foresta Nera.

Lungo il canale della Bruche

A partire dal quartiere della Montagne Verte, si può giungere alla Via Verde del Canale della Bruche. Questa pista ciclabile, che costeggia un piccolo canale, vi consentirà di fare un giro bucolico in bicicletta, serpeggiando tra paesini alsaziani e paesaggi di campagna, in un’oasi di verde. Potrete inoltre farne il punto di partenza di itinerari più lunghi, poiché questa via conduce fino alla città di Molsheim.

Il Percorso delle Due Rive

Questo itinerario franco-tedesco di 25 chilometri vi consentirà di cogliere la dimensione transfrontaliera della regione pur restando tranquillamente nel verde. Il circuito passa vicino alle riserve naturali e all’interno di esse e costeggia il Reno. Giunti a Kehl, prende la Passerella delle Due Rive per arrivare a Strasburgo. Maggiori informazioni nel sito Alsazia in bicicletta.

Attorno all’Ill-Reno

Questo circuito di circa 30 chilometri consente di variare i piaceri grazie alla diversità dei paesaggi che attraversa. La Penisola Malraux, le Istituzioni europee e il quartiere Neustadt iscritto nell’UNESCO costeggiano il parco di Pourtalès, la riserva naturale della Robertsau e il Canale dalla Marne al Reno. Un itinerario perfetto per vedere Strasburgo diversamente! Maggiori informazioni nel sito Alsazia in Bicicletta.

Coronavirus

A causa dell’epidemia di coronavirus, tutti i “luoghi di accoglienza del pubblico non indispensabili alla vita del paese” sono chiusi fino a nuovo ordine.

L’Ufficio del Turismo di Strasburgo è uno di loro.
Siamo comunque reperibili per e-mail [email protected].

Aggiornato il 14/03/2020