La Cattedrale

Con la guglia culminante a 142 metri, la cattedrale dall’abito in pizzo di gres rosa sovrasta tutta la pianura d’Alsazia. Lasciatevi ammaliare da questo capolavoro gotico, simbolo per eccellenza di Strasburgo.

Un prodigio di grandezza e leggiadria

Imperdibile! La Cattedrale Notre-Dame è il simbolo di Strasburgo. Costruita in gres rosa dei Vosgi, ci sono voluti circa tre secoli di lavoro per ultimare questo “prodigio di grandezza e leggiadria” (Victor Hugo).
Capolavoro di arte gotica, ne potrete contemplare la splendida e stupefacente statutaria, sia all’esterno che all’interno.
Notevole anche il complesso di vetrate, tra cui lo splendido rosone di 14 metri di diametro.

Una statuaria prodigiosa

La facciata della cattedrale, con i numerosi personaggi, merita ore e ore di osservazione! La statuaria particolarmente ricca narra innumerevoli storie all’occhio attento.
Ad esempio, la facciata principale, ornata più riccamente, presenta sul portale destro il Tentatore circondato dalle Vergini stolte e sull’altro le Vergini sagge. Si osserverà sul portale sinistro la lotta dei Vizi e delle Virtù. Tra i due portali, quello centrale evoca la passione e la resurrezione di Cristo. Continuando ad osservare da Place du Château, ci si soffermerà sul portale sud e in modo particolare sulle statue raffiguranti la Chiesa e la Sinagoga.

Statua

Il cane di Geiler

La rosetta

Particolare della balaustra

All’interno

La cattedrale contiene numerose meraviglie. Tra le più ammirate dai visitatori, vi è lo splendido Pilastro degli Angeli, che rappresenta il Giudizio Universale.
Da non perdere inoltre:

  • il pulpito del grande predicatore Jean Geiler de Kaysersberg, una perfetta rappresentazione dello stile gotico fiammeggiante, con una cinquantina di personaggi
  • il grande organo, con le casse gotiche in legno scolpito policromo,
  • le incredibili vetrate. Datanti del XIII e del XIV secolo, molte sono ancora quelle d’origine. Costituiscono infatti uno dei rari complessi romanici giunti fino ad oggi.

L’orologio astronomico

L’orologio astronomico della cattedrale costituisce una curiosità di per sé. Creato nel 1547, questo capolavoro di orologeria e di matematica del Rinascimento sorprende sempre per prodezze tecniche e raffinatezza. È dotato anche di un calendario perpetuo, che indica lo spostamento dei pianeti su un astrolabio. Per vederlo interamente, venite alle 12.30, è l’ora in cui, dopo la suoneria di un angelo, si animano tutti gli automi. Mentre tutti gli apostoli passano davanti a Cristo salutandolo, i quattro angeli della Vita sfilano davanti alla Morte.

La piattaforma e la casa dei custodi

Se volete ammirare un panorama mozzafiato sui tetti di Strasburgo, sui Vosgi e sulla Foresta Nera, salite sulla piattaforma della Cattedrale. Dopo 330 gradini, sarete ricompensati …
A 66 metri di altezza, oltre alla veduta imperdibile, potrete piacevolmente osservare più da vicino la guglia e i tetti in rame della cattedrale. Nella casa dei custodi, vi sono due ruote calcatorie del XV secolo (sistema che è servito a portare le pietre in alto) e un meccanismo antico di orologio. La piattaforma invita inoltre a un viaggio nel tempo grazie all’applicazione VR Strasburgo Cattedrale, che propone una panoramica della città nel 1490 e nel 1730.

Coronavirus

A causa dell’epidemia di coronavirus, tutti i “luoghi di accoglienza del pubblico non indispensabili alla vita del paese” sono chiusi fino a nuovo ordine.

L’Ufficio del Turismo di Strasburgo è uno di loro.
Siamo comunque reperibili per e-mail [email protected].

Aggiornato il 14/03/2020