I quartieri di Strasburgo

Una città dalle molteplici sfaccettature

Alcuni quartieri di Strasburgo sono più noti di altri. Si pensa subito alla Petite France, le cui case a graticcio hanno fama internazionale, oppure ancora ai quartieri iscritti nel Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, la Grande-Ile e la Neustadt.

Oltre a questa zona, piuttosto concentrata, Strasburgo si estende in circa 80 km quadrati. La città annovera un certo numero di altri quartieri, ognuno con particolarità proprie. Presentazione dei quartieri più vivaci!

©Antoine Lejolivet

Bourse-Esplanade-Krutenau

Tra l’Università che si trova all’Esplanade e i numerosi locali notturni della Krutenau, qui siamo in un quartiere di studenti, vivo e dinamico! Vi sono numerosi localini poco cari e originali!
Da vedere in questo quartiere: il Parco della Citadelle, La Manifattura dei Tabacchi, la Scuola di Arti Decorative, il giardino botanico, la facoltà di Diritto.

Centre-ville

Patrimonio, negozi, ristoranti, è il quartiere pulsante!
Da vedere in questo quartiere: Cattedrale

Gare-Tribunal

Come lo dice il nome, in questo quartiere vi è la stazione ferroviaria. Qui siamo in un posto di passaggio continuo, in un quartiere cosmopolita e sempre in effervescenza. È il quartiere in cui troverete il Museo d’Arte Moderna e Contemporanea, la Laiterie e il Molodoï.
Da vedere in questo quartiere: la Stazione ferroviaria e la Grande Vetrata, la Scuola Nazionale dell’Amministrazione, le fortificazioni tedesche in rue du Rempart.

Orangerie-Conseil des XV

Situato vicino alle Istituzioni Europee e al parco dell’Orangerie, polmone verde della città, questo quartiere residenziale fa parte della Neustadt ed è sede di palazzi privati di prim’ordine. Per via della vicinanza delle istituzioni europee, vi sono numerose rappresentanze diplomatiche.
Da vedere in questo quartiere: le Istituzioni Europee, la sede di Arte, il Parco dell’Orangerie e il padiglione Joséphine.

© Valérie Maire

Cronenbourg

Il suo nome vi dice qualcosa… e a ragione veduta! La birreria Hatt, fondata nel 1664, si trasferisce nel 1862 in questo quartiere e ne adotta il nome – con l’ortografia germanica. Oggi, il sito di produzione, simbolo dell’identità del quartiere per numerosi anni, è stato demolito e sostituito da un eco-quartiere. Un quartiere popolare avvincente, sia per la mescolanza sociale per la vitalità.
Da vedere in questo quartiere: la Kriegstor, il cimitero militare, le case di glacis, la villa Hatt.

Koenigshoffen

Questo sobborgo dalle molteplici sfaccettature conserva le tracce di un ricco passato. Abitato dall’Antichità, Koenigshoffen fu a lungo un quartiere centrale della città. Ha conosciuto numerosi cambiamenti ed è attualmente in pieno mutamento, con l’integrazione di una linea di tramway.
Da vedere in questo quartiere: la Torre di Schloessel, il Convento dei Cappuccini, il cimitero ebraico, villa Schweitzer.

Montagne Verte-Elsau

Antico sobborgo agricolo, quindi industriale, questo quartiere si è sviluppato attorno a numerosi corsi d’acqua, ma anche a infrastrutture stradali e ferroviarie che lo percorrono. Ciò spiega un certo frazionamento del quartiere, composto da 12 micro-quartieri.
Da vedere in questo quartiere: la Chiesa Saint-Arbogast, il parco naturale urbano, il gazebo dell’Elsau, il Mulino di Kupferhammer, case di legno, antiche concerie.

Meinau

Questo quartiere poco noto raggruppa complessi urbani dalle identità contrastate. Vi coabitano zona industriale, grande complesso urbano, ville, spazi di svaghi e aree verdi.
Da vedere in questo quartiere: l’antica stazione di controllo degli scambi ferroviari, gli antichi edifici degli stabilimenti Junkers, lo Stadio della Meinau, il Baggersee, il parco Schulmeister, l’antico stabilimento Mathis, il quartiere delle ville.

©Ernest Laemmel

Neudorf

Piccola città nella città, questo quartiere, il più popolato, ha una propria personalità. Al contempo animato e tranquillo, è molto gradito alle giovani coppie e alle giovani famiglie. Il paesaggio di Neudorf è estremamente variegato, promessa di una passeggiata ricca di scoperte.
Da vedere in questo quartiere: la Casa detta “dei Cavalieri”, la Scuola del Schluthfeld, la villa Breyscha, la casa Bowé, il cinema Scala.

Neuhof–Stockfeld–Ganzau

Quartiere dal volto originale e simpatico, Neuhof è anche il più grande del territorio comunale. Testimonianza di una storia ricca, il quartiere ha subito numerose trasformazioni successive.
Da vedere in questo quartiere: la città giardino di Stockfeld, l’Oberjaegerhof, la Maison Reuss, la Maison Stéphanie, la chiesa Saint-Ignace.

Robertsau–Wacken

Antico quartiere di orticoltori, la Robertsau oggi è essenzialmente residenziale. Gran parte della sua superficie è ricoperta dalla foresta della Robertsau. Le Wacken, situato su un’isola, è dotato di numerosi impianti sportivi e di svaghi. Questa zona è attualmente in pieno mutamento con la costruzione di un quartiere d’affari internazionale.
Da vedere in questo quartiere: la Città di Ungemach, il quartiere Tivoli, il Palazzo della Musica e dei Congressi, il castello e il parco di Pourtalès, il Lieu d’Europe.

Informazioni Covid-19

Data l’epidemia di Covid-19 e per proteggere la salute di tutti, a Strasburgo sono state messe in atto un certo numero di misure.