Mangiare in una winstub

Volete mangiar bene immersi in un’atmosfera tipicamente alsaziana? Non andate via da Strasburgo senza aver mangiato in una winstub!

Autenticità

Le Winstube inizialmente erano posti piuttosto popolari, consentivano ai produttori di vino di smerciare la produzione eccedente, usando le loro case come locande. In un ambiente accogliente e rustico, il vino vi era servito in brocche, accompagnato da piatti locali fatti in casa.
Oggi, la winstub è una sorta di bistrot dove si mangia seduti stretti stretti, in un’atmosfera conviviale, su tavoli con tovaglie a quadri rossi. Qui si beve, si mangia, si cambia il mondo… Si prende il tempo di vivere!

‘s gilt* !

La prima vocazione delle winstubs è servire il vino. Se vi accomodate in uno di questi stabilimenti, potrete assaporare vini prodotti in Alsazia. In alcune winstubs della città, potrete persino gustarli nei bicchierini tipici, i rutscherle

Questi bicchierini erano quelli usati tradizionalmente per bere il vino; i bicchieri a calice, più fragili, erano usati per la tavola delle feste. Come lo indica il nome («rutscha» vuol dire scivolare), li si faceva scivolare sulla tavolata per servire tutti i commensali. 

*Salute!

A tavola!

La winstub è incontestabilmente IL tipico ristorante alsaziano. Tra sapori di un tempo, piatti tradizionali e arredamento autentico, vi si può assaporare tutta la gastronomia alsaziana. Si citerà ad esempio il wädele (cosciotto di maiale) le grumbeerekiechle (frittelle di patate), le lewerknepfle (quenelle di fegato), il presskopf (pasticcio di pezzi di carne), il bibeleskäs (formaggio fresco con aglio ed erbe aromatiche) e gli immancabili baeckeoffe e choucroute.

Chez Yvonne: la winstub delle celebrità

È la winstub più conosciuta della città, da quando Jacques Chirac e Helmut Kohl vi cenarono insieme. Con una portata di testa di vitello e per dolce una torta di prugne, hanno discusso dell’amicizia franco-tedesca e della costruzione europea. Jacques Chirac era d’altronde un habitué del locale, gli piaceva sedersi a tavola quando veniva a Strasburgo. Ancora oggi, anche se il ristorante non è più gestito da Yvonne, a molte personalità di passaggio in Alsazia piace farvi un salto.

I nostri ultimi articoli

Place de la République

Emblema del quartiere di Neustadt, iscritta nel patrimonio mondiale dell’UNESCO, Place de la République è una piazza grandiosa, maestosa testimonianza dell’architettura tedesca dalla fine del XIX secolo.

Lire plus »

La chiesa ortodossa di tutti i Santi

Dalle forme graziose, con bulbi dorati e tetti verdi opalina, la chiesa ortodossa russa di Strasburgo è la gioia di fotografi e passanti. Quella che un tempo era chiamata talvolta la “perla di Strasburgo” merita di essere vista.

Lire plus »

Gli alberi notevoli

Sapevate che a Strasburgo si annoverano 65.000 alberi, tra cui 64 alberi notevoli? Ecco una selezione non esaustiva di quelli che mi hanno colpito maggiormente per la bellezza, per l’originalità o per il punto in cui si trovano in città.

Lire plus »

Aubette 1928

Hai già fatto una passeggiata DENTRO un’opera d’arte? È ciò che puoi fare nell’edificio dell’Aubette a Strasburgo.

Lire plus »

Il paddle sul Rhin Tortu

Per fare il pieno di freschezza o per il solo piacere di scoprire un’altra sfaccettatura di Strasburgo, in questo momento è di gran voga il giro in paddle!

Lire plus »

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su pinterest
Pinterest

IMPORTANTE

Data l’attuale situazione sanitaria, la reception dell’Ufficio del Turismo di Strasburgo e della Regione è chiusa fino a nuovo ordine.
Tutte le attività turistiche sono sospese.
Il nostro team è tuttavia raggiungibile via mail all’indirizzo di posta elettronica [email protected] e per telefono al numero +33 (0)3 88 52 28 28 dal lunedì al sabato, ore 9:00 – 12:30 e 14:00 – 18:00.

Strasburgo, capitale di Natale
L’edizione 2020 di Strasburgo Capitale di Natale si svolgerà!
Tuttavia, per via del peggioramento della situazione sanitaria, la Sindaca di Strasburgo, in accordo con la Prefettura e con l’Agenzia Regionale della Salute, ha deciso di organizzarlo senza mercatino con le casette.
La magia e lo spirito di Natale ci saranno ugualmente: luci, canti, mostre e concerti, e soprattutto il nostro caro Grande Albero di Natale saranno presenti per sublimare la magia di Natale.

A Strasburgo, la mascherina è obbligatoria all’aperto in tutta la città.